Storia di una capinera rappresenta uno dei romanzi Verghiani di maggiore successo; con estrema semplicità, in maniera a tratti toccante e con l’etteggiamento tipico del Verismo, racconta la storia di Maria, giovane novizia costretta dal padre a entrare in convento. Una breve vacanza estiva nella villa di campagna della famiglia, le permetterà di osservare il mondo con occhi nuovi, di scoprire cose che non aveva mai visto nella sua vita, di apprezzare la libertà e di conoscere l’amoreProprio quest’ultimo sentimento sarà l’elemento scatenante del suo tormento, del crescente dolore della ragazza che, a causa della sua indole buona e remissiva, non saprà imporsi e rinuncerà a tutto, rimanendo schiacciata da un destino ineluttabile e nefasto.

Storia di una capinera è forse uno dei classici più emozionanti cui fa da sfondo la triste realtà che le donne dell’epoca – siamo verso la fine del 1800 – erano costrette a vivere, non essendo libere di scegliere e libere di amare. Verga scrive l’opera sottoforma di epistole che la protagonista invia alla sua amica Marianna, raccontando in esse il suo dissidio interiore tra la voglia di amare, di vivere la vita con gioia e la paura costante, essendo novizia, di commettere, anche solo con i suoi desideri, peccato mortale.

Storia di una capinera ha ottenuto particolare successo nella sua trasposizione cinematografica a opera di Franco Zeffirelli che, con delicatezza, è riuscito a dare alla “sua” Maria, quell’anima sensibile e leggera, raccontandone l’estremo e struggente dramma.

Un video molto carino e molto semplice per comprendere chi era Giovanni Verga

Scarica la raccolta di racconti gratuiti

Io allo specchio

Ognuno di noi ha una storia da raccontare. Ognuno di noi ha bisogno di ascoltare le storie degli altri.

Io allo specchio è una raccolta di racconti che da diverse angolature e sotto varie sfumature esprime ciò che siamo, ciò che vorremmo diventare e ciò che non ci accorgiamo di essere.